Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Etiopia’ Category

Gli auguri giungono dai tanti bambini e ragazzi etiopi che ho visto frequentare le scuole. L’Etiopia non può ancora dire di aver vinto la battaglia della scolarizzazione, ma sicuramente ce la sta mettendo tutta. Tre anni fa ero con una delegazione della Società geografica italiana ad Ankober – l’antica patria di re Menelik ora ridotta a triste villaggio – per inaugurare una scuola che avevamo costruito su esplicita richiesta della gente di lì. “Perché i nostri bambini possano finalmente studiare seduti sui banchi e non più in terra”, come ha detto trionfalmente il capo religioso locale. Ora siamo tornati a quella scuola e abbiamo visto i bambini studiare e poi farci festa tutti assieme. Abbiamo capito di aver fatto qualcosa di piccolo, ma anche immensamente grande.

L’appello viene invece dagli studenti dell’Università di Debra Berhan, cittadina in piena espansione a una quarantina di chilometri da Ankober. Questa volta eravamo ad Ankober per inaugurare un centro di ricerca con laboratorio, ufficio, biblioteca e foresteria per lo studio della regione e in particolare della sua flora e fauna uniche (è uno degli hotspot della biodiversità del pianeta). Gli studiosi di Debra Berhan saranno sicuramente tra i suoi frequentatori più assidui, ma ci hanno chiesto soprattutto di lavorare assieme. Addirittura ci hanno supplicato di andare lì ad insegnare. Qualsiasi materia, anche se ingegneria e informatica sono ovviamente predilette. Noi credevamo che ci chiedessero fondi e attrezzature, e invece i soldi ce li hanno perché il Governo glieli dà, e pagherebbero anche un discreto stipendio a chi volesse andare lì. E’ un’università giovane che in cinque anni ha visto moltiplicare gli studenti, e ha dovuto assoldare gli studenti anziani per insegnare ai più giovani. Ma mancano totalmente di metodo, sia d’insegnamento che soprattutto di ricerca. Vogliono crescere e vogliono imparare, e sicuramente le altre 22 nuove università del Paese non saranno in condizioni molto diverse. Credo che trascorrere qualche mese laggiù sarebbe veramente un’esperienza unica per molti. Pensateci, giovani studiosi in attesa del futuro. Non perdereste affatto del tempo laggiù, ma sarebbe totalmente guadagnato. Per voi e per tutti quelli che saprete aiutare.

Auguri filelleni a tutti.

Effe

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: