Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Palmira’

Abbiamo letto tutti, in questi giorni, che le truppe di Assad si sono acquartierate nella cittadella di Palmira e come cecchini sparano a chiunque si aggiri tra le rovine. La città, che finora era stata risparmiata dal conflitto, è ora letteralmente sotto assedio. Chi può, fugge. E il suo destino è sempre più incerto.

Deploriamo unanimi l’azione delle truppe di Assad. Ma vogliamo anche fare un piccolo sforzo di memoria e ricordare, per esempio, che nel 2003 gli “alleati” piazzarono una base militare proprio tra le rovine di Babilonia? Hanno devastato molto più di quanto avesse fatto in tanti anni Saddam Hussein, come denuncia anche di recente l’orientalista Paolo Brusasco in Babilonia. All’origine del mito (Raffaello Cortina, pagine 320, 26 euro). Brusasco traccia un ampia panoramica dell’amaro destino di questa città che, da modello di civiltà, si è trasformata per bocca degli ebrei in esilio nella “madre delle prostitute e degli orrori della terra”. Ma l’ultima devastazione è colpevole di aver cancellato (deliberatamente?) persino il mito, nel bene e nel male. Di aver colpito uno dei principali simboli dell’Iraq moderno, e non solo di Saddam. Di aver piegato un popolo, schiacciando i suoi simboli. E’ vero che, nei momenti più drammatici, è giusto pensare prima alle persone che alle pietre. Ma è anche vero che in realtà le pietre parlano. Non sono mai, in nessun caso, solo belle pietre.

Effe

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: