Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Stabia’

logo-scrivistabiae-300x197 Sarà interessante, divertente, sorprendente, strabiliante: è la nostra scuola di scrittura creativa “sul campo” archeologico.

È aperta a tutti, anche a chi vuole passare una settimana diversa e originale tra Pompei, Ercolano e Stabia. E ovviamente a chi vuole cimentarsi con la scrittura, e crede che il passato sia fonte inesauribile di conoscenze e fantasia.

L’ho ideata assieme a Carmen Covito e, inutile dirlo, quella che insegna a scrivere e “creare” è lei. Ma anche, per chi l’avesse scordato, Carmen “sa di greco e di latino” e pure parecchio, conosce bene archeologia e archeologi, e per Pompei & Co. gira ad occhi chiusi, visto che è nata a Castellammare e ha passato la sua infanzia nella scuola-museo di Libero D’Orsi.

Io farò invece il mio mestiere: ragionerò su quanto i nostri modi di guardare al passato ci dicono di noi stessi. E non è poco.

Leggete un po’ qui sotto, e magari anche sul nostro sito http://www.officinascriptoria.it.

Vi ispira? Beh, ci vediamo a Stabia dal 7 settembre!

Cinzia

(altro…)

Read Full Post »

Anche oggi piove così il commissario europeo Johannes Hahn non ha potuto fare il turista a Pompei. Peccato. Ci sarebbe piaciuto sentire qualche suo commento a caldo, magari sugli ultimi crolli di ieri. Ma dovremo attendere solo fino al 7 novembre prossimo, quando è stato fissato il nuovo tour. Mentre i 105 milioni di euro promessi non attenderanno, sempre stando alle sue parole perché nero su bianco ancora non c’è. Si continua insomma col tanto parlare e il poco fare. Comunque se lo dice un commissario europeo, dovremmo poterci fidare. I soldi probabilmente arriveranno, mentre altrettanto probabilmente (anzi, con la quasi assoluta certezza) la Soprintendenza non avrà ancora ricevuto dal Ministero il personale necessario a operare. E intanto i commentatori si divertono a discutere su quei soldi. Anche troppo. Hanno osservato che non sono proprio tutti per Pompei ma in parte destinati a servizi generali (indispensabili?) e in parte anche ad altri luoghi che, come Oplontis, Stabia, Boscoreale o i Campi Flegrei, rientrano sotto la giurisdizione della Soprintendenza archeologica di Napoli e Pompei. Ma non è mica peccato!!! Si punta il dito su questi luoghi come se fossero colpevoli di prosciugare risorse a Pompei. Ma se è sempre stato il contrario! Sempre sempre, sin dai tempi dei Borbone. Pompei la star, e gli altri chissene. Coi risultati che ben conosciamo. Stabia è persino rimasta fuori dai confini del sito Unesco, tanto è disastrata. Stabia con le sue ville da favola dove andò a morire Plinio. Ma vogliamo dire una buona volta che se Pompei langue, le terre vesuviane collassano e i Campi Flegrei sprofondano? Che se ci si scandalizza per Pompei, a Stabia si dovrebbe svenire? E’ giusto anzi sacrosanto che quel denaro europeo venga speso per tutto il territorio vesuviano, purché ci sia un piano – come non ci stancheremo mai di ripetere – con priorità precise. E queste non devono per forza cadere sempre dentro le solite mura di Pompei.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: